Museo d’arte contemporanea di Luzzana – Donazione Meli

Visita il Museo d'arte contemporanea di Luzzana - Donazione Meli
Visita il Museo Malacologico Malakos
Museo Malacologico Malakos
3 aprile 2019
Visita Kandu Torino
Kandu Torino
9 maggio 2019
Torna indietro

Museo d’arte contemporanea di Luzzana – Donazione Meli

Visita il Museo d'arte contemporanea di Luzzana - Donazione Meli
Torna indietro

A pochi chilometri da Bergamo sorge un Castello situato nell’antico borgo di origini medioevali, eretto nei boschi lussureggianti di Luzzana a difesa dell’impervia Val Cavallina, dove agguerriti Lanzichenecchi transitarono diretti al così detto “sacco di Roma” del 1527.

Nel Castello, il museo d’arte contemporanea valorizza la donazione Gaini-Meli: 220 opere di scultura e pittura che introducono, tra Ottocento e i giorni nostri, al modo fantastico di questi artisti, oltre a raccontare, con il “Museo diffuso”, la tradizione dei luoghi e il suo territorio.

 

Enigma al Museo di Luzzana

Ordina il libro

“Enigma al Museo di Luzzana” è un “libro guida interattivo”, dove bimbi e ragazzi, guidati da insegnanti e genitori, possono avvicinarsi in modo semplice e creativo al mondo dell’Arte Moderna e Contemporanea.

Il libro è anche rivolto agli adulti che, con questa traccia, possono raccontare ai più piccoli una stimolante storia d’arte, con attività ludiche da svolgere e sviluppare a scuola con le insegnanti o in famiglia nei momenti liberi.

Il contenuto, attraverso le sculture di Alberto Meli, fa riflettere sui misteri della Genesi e della Maternità, rivelando le emozioni più segrete dell’Artista, scaturite da una profonda ricerca di “universale armonia”.

II sala, Laboratorio

Il “Laboratorio di Meli”, raccoglie gli strumenti dell’Artista che egli stesso si costruiva in base al lavoro che intendeva eseguire. Una serie di sculture che evocano la crocifissione di Cristo, comunicano la sua profonda religiosità e la ricerca di una sintesi di forme. Sono strutture volutamente poco definite, come se l’Artista volesse affidare alla natura la sacralità della rappresentazione.

Il gesso del Battistero di Zogno racconta di come Alberto Meli fonde la teoria creazionista– Genesi- con la teoria evoluzionista formulata da Charles Darwin (Shrewsbury 1809- Londra 1882).

Secondo l’Artista le due teorie sono in realtà compatibili e le spiega in modo deciso: “qualcuno l’avrà pure creato questo Big- Bang!”.

“L’extraterrestre”, opera astratta che conclude il percorso evolutivo del pensiero di Alberto, comunica l’esistenza di un mondo sconosciuto e fantastico che deve  essere accettato e rispettato.

Extraterreste

Le opere qui esposte sono numerose e realizzate con materiali diversi. Una di queste, utilizzata come calco per eseguire in bronzo il fonte battesimale della parrocchiale di Zogno, raffigura scene dell’Antico e del Nuovo Testamento.

Quando avrai trovato questo “fagiolone”, osservalo attentamente: troverai raffigurati due animali preistorici. Disegnane uno e coloralo!

VI sala, La grande Genesi

Un San Francesco a grandezza naturale, un busto di Cristo e “La Grande Genesi” che evoca il germogliare della vita lasciano stupiti. Alberto Meli immagina quest’ultima creatura fluttuare nel così detto “brodo primordiale”, riproponendo in questo modo il concetto di evoluzione della specie.

La Grande Genesi

La Grande Genesi ci suggerisce il mistero della Creazione o può sembrare un pesce primordiale proveniente dagli abissi marini.

Inventa anche tu un pesciolino primordiale e prova a disegnarlo!

 

LE COLLEZIONI

1- Collocato nel Castello Giovanelli (sec. XI – XVII), di proprietà comunale dal 1989, il museo è frutto della donazione di 220 opere da parte dello scultore Alberto Meli e della moglie pittrice Ester Gaini. Il Museo, oltre a raccontare la storia del territorio attraverso l’opera dei due artisti, presenta importanti capolavori di esponenti delle avanguardie artistiche di inizio Novecento, con particolare riferimento ai dadaisti Arp, Probst, Richter e Valenti.

2- Il museo diffuso consente una passeggiata nell’antico borgo di Luzzana con visita alle opere sparse sul territorio, fino a raggiungere l’imponente scultura rupestre “Il Gigante”; un “unicum” collocato in un boschetto nell’omonimo parco, tra silenziosi pendii e gorgoglianti ruscelli che formano splendide cascatelle e ameni laghetti: Lo stesso ambiente che ha ispirato l’opera di Giosuè Meli (Luzzana 1816, Roma 1893) rivelandogli, in questo romantico luogo finito, il senso dell’infinito.

VISITE GUIDATE

Un racconto emozionale sulla magia di un luogo e della sua storia, narrato attraverso la visione inconsueta di artisti, che in un piccolo borgo, prima hanno saputo cogliere l’essenza di quello che gli stava attorno, per aprirsi poi alle impegnative esperienze internazionali. Un racconto che si perfeziona con laboratori esperienzionali e creativi praticati attraverso la manipolazione, per fissare con le proprie mani l’emozione appena vissuta.

PROGRAMMI EDUCATIVI

Centro di formazione con scuola di pittura e scultura il Museo di Luzzana fa del rapporto con le scuole di ogni ordine e grado il campo privilegiato della propria azione, con proposte differenziate e modulabili, tra cui visite alle collezioni e alle mostre temporanee, percorsi tematici e laboratori.

Info su: www.museoluzzana.it

Per un’offerta dedicata scrivere a info@museoluzzana.it, con oggetto: “Didatour – museo di Luzzana”

LABORATORI PER DIVERTIRSI IMPARANDO CON L’INFANZIA

Con il progetto “Arte per la scuola” si propongono percorsi diversificati e personalizzati secondo i programmi di didattica in corso. Sono numerosi i progetti proposti e hanno tutti in comune l’emozione del “Fare”: laboratori creativi con personali sperimentazioni, curati da Isabella Misso Branca e Armido Branca autori e illustratori di libri per bambini.

Tra questi, a titolo di esempio:

  • GIOCHIAMO CON LE FORME, I COLORI E LE EMOZIONI
  • DIVENTIAMO SCULTORI CON I PERSONAGGI DEL MUSEO DI LUZZANA!
  • IL BOSCO DELL’ARTE!
  • LE SCATOLE MAGICHE DELL’ARTE!
  • IL SURREALISMO DELLE EMOZIONI!
  • IL VIAGGIO DELLA LUMACA!
  • ARTE E NATURA A LUZZANA!
  • UNA BUONA IDEA
  • STAGE D’ARTE AL MUSEO!

SPECIALE SCUOLE

  • tariffe agevolate per studenti
  • gratuito per accompagnatori
  • prenotazione obbligatoria

AMPI SPAZI DISPONIBILI

La struttura offre: Biblioteca, mediateca, bookshop, sala multimediale e spazi per laboratori, oltre a Bar e due ampi cortili adatti per pic-nic autogestiti.

ACCESSIBILITÀ

Accessibilità e servizi sono garantiti anche per persone con disabilità motoria.

RICHIEDI INFORMAZIONI

(tutti i campi sono obbligatori)