Gita scolastica a Catania con Officine Culturali
Torna indietro

I Musei di Catania – le attività educative di Officine Culturali

A Catania, ai piedi del vulcano Etna, Officine Culturali racconta cinque gioielli cittadini attraverso percorsi guidati e laboratori didattici.

I percorsi guidati si muovono all’interno del maestoso Monastero dei Benedettini di San Nicolò l’Arena e l’annessa Chiesa, esempio di integrazione tra le epoche, indicato dall’Unesco nella Lista del patrimonio dell’Umanità, simbolo del tardo barocco catanese e dell’opulenza dell’ordine benedettino. Al Museo di Archeologia dell’Università, nel museo archeologico della città, verrà raccontata la ricca collezione di reperti risalenti al periodo preistorico e protostorico fino all’Età Antica e Medioevale e i famosi falsi di Centuripe, celebri per aver ingannato l’occhio di studiosi di fama internazionale come Bianchi Bandinelli.

Al Museo è legato un laboratorio di scavo simulato per conoscere le tecniche e le tradizioni di scavo della scuola catanese. Le oltre 160 specie naturali protette all’Orto Botanico conducono in un viaggio nella biodiversità del nostro pianeta e nella ricchezza della natura siciliana con le particolari collezioni dell’Orto Siculo. Il Castello Ursino è il maniero federiciano che rappresenta il fiero medioevo catanese ospitando le collezioni del Museo Civico, che contengono opere de lo Spagnoletto (De Ribera) e Matthias Stomer.

Officine Culturali, associazione nata nel 2009 e impegnata nella valorizzazione del patrimonio culturale catanese, sperimenta da anni strategie volte a rendere più comprensibili e accessibili i beni culturali per trasmettere alle generazioni future l’importanza della loro tutela e la conoscenza della storia e dell’identità del territorio. Dall’esperienza maturata con le migliaia di scolaresche accompagnate in questi anni e dal dialogo con gli esperti di educazione al patrimonio e con i referenti del mondo scolastico, nasce la proposta di «Percorsi didattici per l’anno scolastico 2019/20»: alle diverse attività ludico-didattiche si affiancano percorsi tematici e laboratori di approfondimento basati su un approccio hands-on.

I giovani partecipanti potranno viaggiare tra secoli di storia, sperimentare con i vari laboratori creativi, percorrere gli spazi del Monastero e della città attraverso lo sguardo di Federico De Roberto e le pagine dei suoi Vicerè, immergersi negli avvincenti quesiti del puzzle role-game “Il sigillo spezzato” o scoprire la ricchezza delle specie naturali custodite all’Orto Botanico, riflettendo sui temi più attuali, quali i cambiamenti climatici e la tutela ambientale.

RICHIEDI INFORMAZIONI

(tutti i campi sono obbligatori)