Scheda Realtà

PROGETTO DIDATTICO CORSA CONTRO LA FAME

6° EDIZIONE, 6 MAGGIO 2020

DIDATTICA, SPORT E SOLIDARIETÀ: UN PROGETTO DIDATTICO INTERNAZIONALE PER FORMARE I GIOVANI SUL TEMA DELLA FAME NEL MONDO, RENDENDOLI ATTIVI E RESPONSABILI, PER UN MONDO LIBERO DALLA FAME

La Corsa contro la Fame è un progetto completamente gratuito aperto a scuole Elementari, Medie e Superiori promosso dalla Onlus Azione contro la Fame. Ha l’obiettivo di responsabilizzare i ragazzi verso tematiche sociali, con riferimento al problema della fame nel mondo. Lo staff del progetto fornisce alla scuola tutto il materiale e la consulenza necessaria. La scuola dovrà solo individuare un docente coordinatore per portare avanti pochi semplici passi:

GIUGNO-DICEMBRE: ISCRIZIONE DELLA SCUOLA
Le scuole con almeno 80 studenti possono aderire iscrivendosi sul sito o con il form cartaceo.
FEBBRAIO-APRILE: DIDATTICA
Lo staff di Azione contro la Fame svolgerà interventi didattici di un’ora in tutte le classi iscritte. La didattica ruota attorno al problema della fame nel mondo, affrontando ogni anno tematiche diverse con un video documentario appositamente realizzato.
APRILE-MAGGIO: I RAGAZZI IN AZIONE
Attraverso il passaporto solidale, strumento chiave di questo progetto, i giovani entrano direttamente in azione. Avranno il compito di sensibilizzare e coinvolgere, a loro volta, parenti e amici, raccogliendo delle mini-sponsorizzazioni per la corsa.
6 MAGGIO 2020: LA CORSA
La data è flessibile. La scuola può scegliere di cambiarla in base alle proprie esigenze. A maggio, utilizzando il materiale ricevuto da Azione contro la Fame, ogni scuola organizzerà la propria “Corsa contro la Fame” scegliendo il proprio percorso sulla base degli spazi a disposizione

LO STRUMENTO CHIAVE: IL PASSAPORTO SOLIDALE

Il passaporto solidale e il meccanismo delle mini-sponsorizzazioni sono gli elementi chiave del progetto. I contenuti di questo piccolo libretto, che riprendono i temi affrontati in classe, aiutano i ragazzi a spiegare la fame e la malnutrizione a parenti e conoscenti. Le persone sensibilizzate potranno, quindi, fare delle promesse di donazione per ogni giro che lo studente si impegnerà a percorrere il giorno della corsa. Tutto questo spinge i ragazzi a mettersi in azione e li porta a sviluppare le loro capacità di comunicazione e coinvolgimento. Si tratta di un vero e proprio modello educativo in cui ogni ragazzo in azione è un adulto di domani che sarà più responsabile e pronto a mettersi in gioco per migliorare le cose!

LA SCORSA EDIZIONE

In Italia: 78185 studenti, 304 scuole, 86 città

Nel mondo 534.227 studenti, 2097 scuole, 28 nazioni

UN PROGETTO DIVERSO OGNI ANNO

L’intervento didattico degli esperti parte dalla proiezione in classe di un video appositamente realizzato per il progetto, dove, i protagonisti, sono coetanei degli studenti. Ogni anno il video è girato in un paese diverso e racconta cause e soluzioni per combattere il problema della fame nel mondo. Di anno in anno gli esperti affrontano, quindi, un percorso didattico diverso e multidisciplinare in cui si vanno a toccare temi come Cambiamenti climatici, sostenibilità. guerre, siccità, e povertà. La Corsa contro la Fame è considerata quindi un vero e proprio percorso di crescita in cui gran parte delle scuole decidono di partecipare per più anni consecutivi per dare l’opportunità ai propri studenti di diventare cittadini attivi e responsabili.

Per l’edizione 2019-20 il filmato è stato girato in Repubblica Democratica del Congo, uno dei Paesi più grandi del continente africano, con oltre 65 milioni di abitanti. Decenni di conflitti, di siccità, di mancanza di cure mediche e di abbandono politico, hanno creato, in questa nazione, enormi necessità umanitarie portando quasi il 30% dei bambini sotto i cinque anni a soffrire di malnutrizione. Analizzando il filmato assieme agli studenti, approfondiremo il problema della siccità in modo da capire l’importanza crescente dell’acqua come risorsa indispensabile alla vita sul nostro pianeta anche legata al problema dei cambiamenti climatici.

UN PROGETTO MULTIDISCIPLINARE IN LINEA CON I PIANI FORMATIVI

Una didattica ricca di esempi concreti con un video nuovo ogni anno

L’attività didattica (Durata 1 ora): Introduzione al progetto->Proiezione del video->Approfondimento e discussione con i ragazzi->Spiegazione del passaporto solidale

La Corsa contro la Fame coinvolge i ragazzi rendendoli parte attiva del processo di apprendimento, con un modello di responsabilizzazione innovativo. Introduce i temi di funzione nutritiva, controllo dell’alimentazione e conseguenze fisiche e psichiche della malnutrizione e della denutrizione. Mette in contatto i ragazzi con le organizzazioni internazionali che combattono la fame nel mondo. Durante la didattica nelle classi, gli studenti vedranno un video che permetterà loro di analizzare fatti e fenomeni mondiali: questo permetterà di affrontare l’argomento anche dal punto di vista geografico.

Il progetto prevede una fase di sport (la corsa), che permette ai ragazzi di vivere questa materia senza competizione, ma con un obiettivo solidale e che risulta dunque un momento importante di inclusione. Inoltre, grazie ai report in inglese che forniamo alle scuole, i ragazzi potranno approfondire la comunicazione in lingua straniera.

Molti studenti e docenti decidono di proporlo, per questi motivi, anche come materia di esame a cui legare le diverse discipline.

Il tema dell’alimentazione, è un tema cruciale da affrontare, anche in riferimento ai 17 obiettivi di sviluppo sostenibile da raggiungere entro il 2030 (Approvati in settembre 2015 quando più di 150 leader internazionali si sono incontrati alle Nazioni Unite per contribuire allo sviluppo globale, promuovere il benessere umano e proteggere l’ambiente): il secondo di questi obiettivi è proprio quello di azzerare la fame, realizzare la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere l’agricoltura sostenibile.

IN SINTESI, IL PROGETTO PERMETTE AGLI STUDENTI DI:

  • Acquisire competenze relazionali e interculturali;
  • Approfondire le scienze dell’alimentazione;
  • Lavorare trasversalmente sull’educazione civica
  • Affrontare le problematiche alimentari nella storia e nella geografia;
  • Parlare di ambiente e cambiamenti climatici;
  • Affrontare la tematica della guerra nell’attualità;
  • Approfondire le cause e le conseguenze della fame nel mondo;
  • Affrontare educazione alla cittadinanza;
  • Analizzare report in una lingua straniera;
  • Praticare sport e benessere;
  • Vivere lo sport senza competizione e per una buona causa.

 

IL PROGETTO NELLE SCUOLE

“La giornata della corsa è stata la degna conclusione di un percorso didattico condiviso da tutti, ragazzi e docenti. Una bellissima atmosfera di festa e di partecipazione per tutta la mattinata ha pervaso il centro di Chiari e la sua piazza centrale grazie all’impegno di più di 1300 alunni delle scuole primarie e secondarie che hanno invaso le vie del paese. Tutti vincitori alla fine, in una corsa non competitiva, ma “impegnata”. Ognuno ha compiuto un’azione in prima persona mettendosi in gioco per contribuire a far star meglio chi è in difficoltà. Un percorso vissuto che parte dalla conoscenza del problema, si sviluppa nell’opera di sensibilizzazione verso gli altri e si conclude con una “fatica” fisica”. Massimo Merigo, IC Toscanini, Chiari (BS).

“Al termine di questa esperienza è rimasto sempre in noi tutti un bellissimo ricordo dei vari momenti condivisi insieme, in particolare modo, nel giorno della corsa, vissuto come un momento di festa, di allegria e di libertà. In questo caso, calza a pennello una frase di una famosa canzone di Giorgio Gaber: “LIBERTÀ E’ PARTECIPAZIONE!”. Antonino Di Bella, Docente Coordinatore IC De Amicis di Gallarate

“A seguito del terremoto ci siamo ritrovati senza più nulla e abbiamo ricevuto tanto. Anche grazie a questo conosciamo bene il valore del dono e abbiamo dato il massimo per aiutare chi adesso ha più bisogno di noi” Alessandra Rossi, Istituto comprensivo S. De Magistris, Belforte del Chienti, Macerata

“Partecipo ogni anno alla Corsa contro la fame perché è una grande opportunità per sensibilizzare i ragazzi, tra i banchi di scuola, sul tema della malnutrizione, sulle cause, sulle conseguenze, ma soprattutto educa i cittadini di domani sui comportamenti adeguati per sconfiggere questa piaga mondiale. Inoltre il progetto contribuisce a sviluppare nelle comunità il valore della solidarietà.” Angela Perillo, IC Albanella (SA)

“Abbiamo aderito a questo progetto perché siamo convinti che tutti possano fare qualcosa per migliorare il mondo […] Il gioco, il movimento e lo sport significano vita, quindi non c’è nulla di meglio che abbinare lo sport a queste iniziative” Emanuele, insegnante scienze motorie e sportive, Istituto Betty Ambiveri – Presezzo (BG)

 

LA ONLUS: AZIONE CONTRO LA FAME

CHI SIAMO

Siamo Azione Contro la Fame, associazione fondata in Francia nel 1979 per rispondere all’emergenza in Afghanistan. Oggi, con 40 anni di esperienza e oltre 9.000 operatori sul campo, di cui il 90% composto da personale locale, ci dedichiamo a un grande obiettivo: combattere la fame nel mondo ovunque ce ne sia il bisogno. Nel 2017, grazie ai nostri 578 progetti attivi in tutto il mondo, siamo riusciti ad aiutare oltre 20 milioni di persone che soffrivano la fame a causa di guerre, siccità, disastri naturali e povertà.

I FONDI RACCOLTI: COME LI IMPIEGHIAMO

I fondi raccolti vengono dedicati direttamente nei progetti sul campo, attraverso interventi specifici:

  • Nutrizione e Salute. Preveniamo, diagnostichiamo e curiamo i casi di malnutrizione (nel 2017 hanno beneficiato di questo intervento 9.905.220 persone, per lo più donne incinte e bambini);
  • Acqua e Igiene. Garantiamo accesso ad acqua pulita duraturo nel tempo, promuovendo l’igiene e la prevenzione di malattie (Nel 2017 abbiamo raggiunto 6.201.320 persone);
  • Sicurezza alimentare. Aiutiamo le famiglie colpite da disastri, guerre e grosse crisi, a garantire una produzione di cibo duratura nel tempo (Nel 2017 hanno beneficiato di questi interventi 2.348.120 persone)
  • Supporto e metodi di cura. Aiutiamo soprattutto le giovani mamme nella cura e nell’alimentazione dei propri figli neonati (Nel 2017 abbiamo aiutato 1.520.240 bambini)

DOVE LAVORIAMO

Abbiamo un team pronto ad intervenire entro 24 ore in qualsiasi contesto in cui si verifichi un’emergenza umanitaria e di nutrizione, garantendo risposte rapide e concrete, assicurando i servizi indispensabili alla sopravvivenza delle popolazioni colpite da guerre e conflitti, cambiamenti climatici e disastri naturali, siccità, epidemie e povertà.

4 giugno 2019
Partecipa alla Corsa contro la Fame

Corsa contro la Fame

PROGETTO DIDATTICO CORSA CONTRO LA FAME 6° EDIZIONE, 6 MAGGIO 2020 DIDATTICA, SPORT E SOLIDARIETÀ: […]
1 giugno 2019
Visita il Castello di Gropparello

Castello di Gropparello

Attività didattiche Proposte autunnali Il Castello di Gropparello è circondato da un parco secolare da […]
9 maggio 2019
Visita Kandu Torino

Kandu Torino

Immagina una città di 2.000 mq a misura di bambino, un mondo speciale dove i […]
30 aprile 2019
Visita il Museo d'arte contemporanea di Luzzana - Donazione Meli

Museo d’arte contemporanea di Luzzana – Donazione Meli

A pochi chilometri da Bergamo sorge un Castello situato nell’antico borgo di origini medioevali, eretto […]