#Anne Frank. Vite parallele
Torna indietro

PROGETTO SCUOLE

Nexo Digital, pioniere nell’ambito della distribuzione di eventi in alta definizione – dai concerti alle mostre d’arte, dai documentari agli spettacoli teatrali, dagli anime agli eventi sportivi, porta al cinema il PROGETTO SCUOLE, esclusive mattinate per le scuole di tutta Italia per approfondire i temi trattati nei piani educativi con la visione di grandi docufilm.

#ANNEFRANK – VITE PARALLELE

È dedicato alla piccola Anne che, nata a Francoforte il 12 giugno 1929, quest’anno avrebbe compiuto 90 anni. Il docufilm, diretto da Sabina Fedeli ed Anna Migotto, la racconta attraverso le pagine del suo diario: un testo straordinario che ha fatto conoscere a milioni di lettori in tutto il mondo la tragedia del nazismo, ma anche l’intelligenza brillante e il linguaggio moderno di una ragazzina che voleva diventare scrittrice. La storia di Anne si intreccia con quella di 5 sopravvissute all’Olocausto, bambine e adolescenti come lei, con la stessa voglia di vivere e lo stesso coraggio: Arianna Szörenyi, Sarah Lichtsztejn-Montard, Helga Weiss e le sorelle Andra e Tatiana Bucci.

Come sarebbe stata la vita di Anne Frank se fosse sopravvissuta ai giorni di Auschwitz e Bergen Belsen? Cosa ne sarebbe stato dei suoi sogni e dell’adolescenza di cui scriveva nei suoi diari? E che tipo di identificazione si crea oggi in una ragazzina della stessa età di Anne e di Kitty, l’amica immaginaria a cui Anne scrive nel suo diario, dopo una visita nel Memoriale di Bergen Belsen? Che comunicazione può sviluppare coi suoi coetanei per condividere i pensieri che quella vicenda le trasmette? Certo è che, ancora oggi, Anne resta un punto di riferimento, uno specchio attraverso cui i ragazzi imparano a guardare il mondo e a farsi delle domande. Anne scriveva di sé, di ciò che accadeva nell’Europa in fiamme, del Nazismo. E per confidare le sue paure e le sue riflessioni inventa un’amica immaginaria: Kitty.

L’attrice Premio Oscar® Helen Mirren accompagna gli studenti nella storia di Anne attraverso le parole del diario: il set è la camera del rifugio segreto di Amsterdam in cui la ragazzina resta nascosta per oltre due anni ricostruito nei minimi dettagli dagli scenografi del Piccolo Teatro di Milano-Teatro d’Europa, mentre una giovane attrice, interpretata da Martina Gatti, ci guida nei luoghi di Anne e delle superstiti della Shoah. È lei a viaggiare per l’Europa alla scoperta delle tappe della sua breve vita e rappresenta una delle migliaia di teenager che si sentono vicine ad Anne, una delle tante amiche immaginarie, delle tante Kitty, che ovunque nel mondo sognano di avere un posto speciale nel cuore della Frank.

Il documentario presenta anche molte testimonianze storiche tra cui quella del rabbino Michael Berenbaum, storico e docente di studi giudaici in diverse università americane, dello storico della Shoah Marcello Pezzetti, direttore del nascente Museo della Shoah di Roma, dell’etnopsicologa francese Nathalie Zajde, delle testimoni Doris Grozdanovicova e Fanny Hochbaum, della violinista di fama internazionale Francesca Dego, di Yves Kugelmann giornalista e membro dell’Anne Frank Fonds, Basel.

 

Schede correlate

  • PROGETTO SCUOLE PROGETTO SCUOLE di Nexo Digital presenta nei cinema di tutta Italia esclusive mattinate per le scuole per approfondire i temi trattati nei piani educativi con la visione di grandi docufilm. Ad arricchire l'anno scolastico è LA GRANDE ARTE AL CINEMA, i cui titoli sono disponibili per tutto il…

RICHIEDI INFORMAZIONI

(tutti i campi sono obbligatori)